FAGIOLINO E LA GRU.JPG

FAGIOLINO E LA GRU

Liberamente tratto dalla novella del Boccaccio "Chichibio  e la Gru"

Burattinai : Patrizio Dall'Argine, Veronica Ambrosini

Burattini, scene, costumi: Patrizio Dall'Argine, Veronica Ambrosini

Assistente: Andrea Alberici

Alla Fisarmonica: Nicholas Forlani

La celebre novella del Boccaccio viene portata in scena con il linguaggio Classico, divertente e scanzonato del teatro dei burattini e la fisarmonica accompagna la storia con musiche medioevali suonate dal vivo. La parte di Chichibio viene con simpatia e disincanto recitata da Fagiolino, disposto a rischiare ogni cosa pur di portare a ballare la bella Brunetta.

Le scenografie e le luci del teatrino creano atmosfere oniriche all'interno delle quali scorrono le vicende dei personaggi. L'antefatto dell'Opera boccaccesca, l'epidemia di peste che costringe un gruppo di giovani a rifugiarsi in una villa dove passeranno il tempo a raccontarsi novelle, crea una sottile inquietudine di fondo che attraversa tutto lo spettacolo sino al finale liberatorio del volo della Gru, che vedrà la baracca ( il teatrino dei burattini ) trasformarsi, con un colpo di scena, in una grande Gru alta cinque metri e con un'apertura alare di sette metri.

Uno spettacolo che propone un estetica raffinata e che allo stesso tempo profuma del fritto della festa, rivolto a spettatori di tutte le età.

Dai 3 anni